Una pedagogia con i padri: come combattere la solitudine della figura paterna con un figlio disabile

“Se ce la metto tutta, non posso perdere. Forse non vincerò una medaglia d’oro, ma sicuramente vinco la mia battaglia personale.” Pietro Trabucchi

photo-1468184121329-65aab8e7ad84

Durante il mio lavoro ho incontrato molte famiglie, soprattutto padri che mi hanno descritto come svolgono il proprio ruolo con un figlio disabile.

Continue reading

Come scegliere l’asilo adeguato: 6 requisiti che deve avere un nido di infanzia di qualità

c4hh1w-nursery_3576502k

In questo periodo di precariato sotto tutti i punti di vista, scegliere l’asilo nido più appropriato è una scelta complessa.

Il tema dei maltrattamenti negli asili è delicato e spinoso e merita sicuramente un approfondimento appropriato. Vorrei iniziare ad avvicinarmi a questa tematica prendendo in esame il problema alla radice. Quali sono i requisiti che un asilo nido deve avere per garantire un alto livello di qualità?

Continue reading

Un inserimento dolce: come affrontare l’ingresso al nido

Un bambino cresce proprio perché vivo; una fonte continua di passaggi e di distacchi da elaborare. Il distacco, per ogni genitore, non solo dalla fase precedente del bambino, ma anche dalle emozioni conseguenti vissute, dal proprio equilibrio mentale raggiunto, deve essere riaggiustato e riadattato ogni volta. Alba Marcoli

1197920

Settembre è il capodanno scolastico: un periodo di inizi per piccoli e grandi.

Per questo vi presento piccole ma importanti strategie per gestire serenamente l’inserimento dei vostri pargoli, frutto dei miei anni di lavoro negli asili nido.

Continue reading

Apprendere con felicità: l’educazione positiva come approccio formativo

“Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo? Se si mettessero insieme le lagrime versate nei cinque continenti per colpa dell’ortografia, si otterrebbe una cascata da sfruttare per la produzione dell’energia elettrica” Gianni Rodari

positive_education_final_mini__1432819796_19199_mini

Continue reading

Educatori a Londra? Ecco come

Lavorare nel mondo dell’educazione a Londra è possibile ma occorre fare chiarezza sui vari ruoli, qualifiche necessarie, compiti richiesti e lauree riconosciute.

$_86

Il passo di cambiare nazione è sempre delicato e con varie perplessità. Primo fra tutti: il lavoro. Ci sono varie possibilità per lavorare nel campo dell’educazione a Londra.

Grazie alla mia esperienza qui in UK, posso darvi delle indicazioni.

Continue reading

Una pedagogia dei padri: interventi possibili per ridurre lo stress e supportare la figura paterna con un figlio disabile

“Resilienza: L’arte di risalire sulla barca rovesciata. Quando la vita rovescia la nostra barca, alcuni affogano, altri lottano strenuamente per risalirvi sopra e senza perdere mai la speranza continuano a lottare contro le avversità.” Piero Trabucchi

 

hay-1230254

Continue reading

Divisa scolastica. Funzione anti bullismo e didattica innovativa tra vecchie certezze e nuovi dilemmi.

In Italia l’uniforme scolastica viene giudicata con accezioni negative ma vivere all’estero ti fa scoprire numerose sfaccettature differenti. La divisa in Gran Bretagna ha un valore simbolico e formale molto forte che permette agli studenti di essere al medesimo livello sociale. In questo modo si eliminano una parte delle motivazioni che alimentano episodi di bullismo e si elabora una didattica incentrata sulla personalizzazione dello sviluppo del pensiero critico.
 

foto copertina

Continue reading

HSBC, un servizio per le persone sorde

hsbc-avis-en-details

Da quando vivo in Gran Bretagna cerco di analizzare come alcune problematiche, inerenti all’educazione e all’inclusione, vengano gestite. Un esempio è la comunicazione fra istituti (come ospedali, scuole, banche) e persone che comunicano tramite il linguaggio dei segni.

Continue reading

Matilde ci porta nel magico mondo dell’inclusione: la scuola con gli occhi di una bambina sorda

“Per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente” Maria Montessori

matilde

Chi sa raccontare storie sa come basti poco tempo per lasciare agli spettatori la possibilità di pensare e di sorridere. Matilde, di cui il cortometraggio prende il titolo, è la storia di una bambina sorda e della sua originale determinazione nel far valere il proprio diritto allo studio. Continue reading

Essere papà di un figlio disabile

“Perché se diventare padre è il modo migliore per iniziare una nuova avventura, l’incontro con la disabilità ti chiede di accettare il fatto che “esserci” potrebbe non bastare a tuo figlio, e che dovrai inventarti giorno dopo giorno il percorso più sereno per continuare quell’avventura insieme lui” Massimiliano Verga

4bZZKXHQTseRktZuFYsi_OnTheDock

Continue reading