HSBC, un servizio per le persone sorde

hsbc-avis-en-details

Da quando vivo in Gran Bretagna cerco di analizzare come alcune problematiche, inerenti all’educazione e all’inclusione, vengano gestite. Un esempio è la comunicazione fra istituti (come ospedali, scuole, banche) e persone che comunicano tramite il linguaggio dei segni.

HSBC, uno dei più grandi gruppi bancari del mondo, ha provato a risolvere questa complessità attraverso il “British Sign Language Video Relay Service” (VRS), un servizio dedicato ai propri clienti sordi e/o segnanti del Regno Unito.

Recenti studi hanno dimostrato che il 29% della comunità sorda ha grandi difficoltà ad utilizzare i servizi bancari a causa delle barriere comunicative, con il risultato di vedersi finanziariamente svantaggiati.

Il VRS (British Sign Language Video Relay Service) è un servizio di interpretariato online disponibile dal sito ufficiale della HSBC. Esso consente agli utenti segnanti di contattare la propria banca tramite un interprete qualificato che comparirà sullo schermo, e attraverso la webcam e l’utilizzo della BSL (British Sign Language, linguaggio dei segni britannico) sarà in grado di trasmettere il messaggio al personale finanziario.

Si tratta di un supporto video che permetterà loro di comunicare in lingua dei segni con il personale delle filiali appositamente preparato. Un’iniziativa che renderà più facile per gli utenti con disabilità uditive di gestire i propri risparmi.

Schermata 2016-07-07 alle 00.40.04

Il servizio è disponibile gratuitamente dal lunedi al venerdi dalle 8 alle 18 (esclusi i festivi) attraverso un pc o mobile device.

Joe Gordon, responsabile del custumer service, ha affermato: “La ricerca ha dimostrato come molti membri della comunità sorda ogni giorno siano esclusi dall’utilizzo di servizi fondamentali a causa della mancanza di accesso alle informazioni e di conseguenza provocando dei svantaggi finanziari. L’inclusione finanziaria è estremamente importante per noi e crediamo che tutti dovrebbero possedere gli strumenti necessari per avere il controllo delle loro finanze. Con questo tipo di servizio sarà più facile per gli utenti, che utilizzano questo tipo di linguaggio, contattarci direttamente, gestire i propri soldi e comunicare con noi”.

Le innovazioni digitali consentono di migliorare ogni aspetto dell’esperienza del cliente e questo lancio non fa eccezione. È un altro esempio di come la tecnologia permetta ai clienti di accedere ai loro conti più facilmente in modo sicuro.

Paul Breckell, amministratore delegato, ha dichiarato: “È piacevole vedere come il settore bancario stia dando particolare attenzione all’inclusione e all’accessibilità dei suoi clienti sordi, che colpisce 11 milioni di persone nel Regno Unito. Una buona accessibilità influenza notevolmente le decisioni dei clienti.”

Il lancio del servizio VSR è un passo nella giusta direzione non solo per HSBC ma per l’intera comunità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere aggiornato sui prossimi in uscita ma anche per conoscere e raccontare storie e progetti su tematiche pedagogiche e sociali, puoi mettere un like sulla mia pagina fb facebook.com/diariodiuneducatrice

Share on FacebookTweet about this on Twitter
Annalisa Falcone
Sono un’educatrice e pedagogista. Non potrei immaginarmi a vivere felicemente senza questa meravigliosa e faticosa professione. Adoro leggere e la pedagogia è la mia passione più grande. Ho studiato e lavorato a Milano, Bologna e ad Alicante, piccolo e piacevole paese a sud della Spagna. Faccende di cuore mi hanno portato nel 2015 nell’affascinante Londra.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *