Come evitare i maltrattamenti nelle strutture educative?

“Un grammo di prevenzione vale quanto mezzo chilo di cura” Christina Maslach

maltrattamenti-1024x665

In passato ho lavorato come educatrice in un nido di infanzia e in un centro per l’autonomia per disabili adulti. Entrambe sono state esperienze professionali faticose, ma estremamente meravigliose. Per questo motivo, come professionista, i maltrattamenti in strutture educative e socio-sanitarie ai danni di bambini, studenti, anziani e disabili mi riguardano in prima linea.

È ora di un’attenta analisi.

Continue reading →

Tre piani su cui intervenire per evitare il burnout degli educatori ed insegnanti

ARTICOLO PUBBLICATO SUL SITO YOUR EDU ACTION

46rck6xb-1363050794

Essere degli educatori ed insegnanti è una grande responsabilità che provoca spesso dei cedimenti, specialmente in questi ultimi anni di precarietà sotto tutti i punti di vista. Si stanno verificando addirittura numerosi episodi di maltrattamenti in strutture educative e socio-sanitarie sia private che pubbliche ai danni di bambini, studenti, anziani e disabili.

In seguito a questa vera e propria emergenza, si discute sempre più frequentemente di burnout di insegnanti ed educatori.

Continue reading →

“L’immigrazione spiegata ai bambini” La storia di 4 animali partiti per un lungo viaggio in mare

 “Il sole splendeva alto, il mare sembrava tranquillo, e una gatta, un cane, una capretta e un falco si erano messi in viaggio su una vecchia barca. Insieme ai loro padroncini, fuggivano da uomini crudeli che avevano distrutto i loro paesi, nella speranza di trovare una vita migliore al di là del mare…” Marco Rizzo

final

È uno dei temi su cui più siamo abituati a dividerci, polemizzare, discutere.

Spesso ne parliamo con preconcetti, senza aver studiato approfonditamente il fenomeno e diamo per reali alcune convinzioni. Questa meravigliosa favola nasce esattamente con il tentativo di sensibilizzare i più piccoli su questioni che, solo in apparenza, sembrerebbero “da grandi”.

Continue reading →

Una pedagogia con i padri: come combattere la solitudine della figura paterna con un figlio disabile

“Se ce la metto tutta, non posso perdere. Forse non vincerò una medaglia d’oro, ma sicuramente vinco la mia battaglia personale.” Pietro Trabucchi

photo-1468184121329-65aab8e7ad84

Durante il mio lavoro ho incontrato molte famiglie, soprattutto padri che mi hanno descritto come svolgono il proprio ruolo con un figlio disabile.

Continue reading →

Come scegliere l’asilo adeguato: 7 requisiti che deve avere un nido di infanzia di qualità

c4hh1w-nursery_3576502k

In questo periodo di precariato sotto tutti i punti di vista, scegliere l’asilo nido più appropriato è una scelta complessa.

Il tema dei maltrattamenti negli asili è delicato e spinoso e merita sicuramente un approfondimento appropriato. Vorrei iniziare ad avvicinarmi a questa tematica prendendo in esame il problema alla radice. Quali sono i requisiti che un asilo nido deve avere per garantire un alto livello di qualità?

Continue reading →

Un inserimento dolce: come affrontare l’ingresso al nido

“Un bambino cresce proprio perché vivo; una fonte continua di passaggi e di distacchi da elaborare. Il distacco, per ogni genitore, non solo dalla fase precedente del bambino, ma anche dalle emozioni conseguenti vissute, dal proprio equilibrio mentale raggiunto, deve essere riaggiustato e riadattato ogni volta.” Alba Marcoli

1197920

Settembre è il capodanno scolastico: un periodo di inizi per piccoli e grandi.

Per questo vi presento piccole ma importanti strategie per gestire serenamente l’inserimento dei vostri pargoli, frutto dei miei anni di lavoro negli asili nido.

Continue reading →

Educatori a Londra? Ecco come

Lavorare nel mondo dell’educazione a Londra è possibile ma occorre fare chiarezza sui vari ruoli, qualifiche necessarie, compiti richiesti e lauree riconosciute.

$_86

Il passo di cambiare nazione è sempre delicato e con varie perplessità. Primo fra tutti: il lavoro. Ci sono varie possibilità per lavorare nel campo dell’educazione a Londra.

Grazie alla mia esperienza qui in UK, posso darvi delle indicazioni.

Continue reading →

Una pedagogia dei padri: interventi possibili per ridurre lo stress e supportare la figura paterna con un figlio disabile

“Resilienza: L’arte di risalire sulla barca rovesciata. Quando la vita rovescia la nostra barca, alcuni affogano, altri lottano strenuamente per risalirvi sopra e senza perdere mai la speranza continuano a lottare contro le avversità.” Piero Trabucchi

hay-1230254_1920Ho avuto la fortuna di lavorare in contesti che mi hanno sempre permesso di relazionarmi con molti genitori. Soprattutto ho conosciuto molti papà con un figlio disabile e dai nostri colloqui, è sempre emerso il loro estremo bisogno di sostegno.

Continue reading →

Divisa scolastica. Funzione anti bullismo e didattica innovativa tra vecchie certezze e nuovi dilemmi.

Una delle lezioni che ho imparato vivendo all’estero è quella di informarsi sempre e capire davvero cosa c’è dietro ad una tradizione culturale, riflettere e trarre delle conclusioni. Spesso questa riflessione porta anche a cambiare idea su questioni di cui ero assolutamente certa.

Uno fra questi: la divisa scolastica.

Continue reading →